thumb-riabilitazione

thumb-cure-palliative

radiologia

poliambulatori

laboratorioanalisi

Standard di Qualità

La Casa di Cura ha partecipato attivamente ai programmi di valutazione della qualità sulla base degli standard internazionali Joint Commission promossi dalla Regione Lombardia e rivolti a verificare la qualità e la sicurezza delle attività sanitarie erogate sulla base di indicatori relativi sia ai processi sia ai risultati ottenuti nei diversi settori (tenuta della documentazione clinica, tempi di attesa, livelli informativi erogati, grado di soddisfazione espresso dai degenti e dagli operatori ecc.).

Dette informazioni vengono raccolte e attentamente valutate, e costituiscono la base per il miglioramento continuo dei servizi erogati. La valutazione della qualità non si limita soltanto ai processi erogativi delle singole prestazioni, come avviene in sede di certificazione, ma si estende ai risultati della cura, gli outcomes, rilevabili attraverso metodologie scientifiche rivolte a misurare il miglioramento avvenuto dopo le terapie riabilitative effettuate.

La Casa garantisce a tutti gli assistiti la più completa informazione sulle modalità di erogazione delle prestazioni sanitarie offerte, attraverso la consegna di un estratto della Carta dei Servizi a tutti i pazienti ricoverati; la Carta dei Servizi è comunque disponibile per tutti i pazienti degenti e per gli utenti ambulatoriali negli appositi “contenitori” presso i salotti delle UU.OO., le sale di aspetto dei Poliambulatori e del Servizio di Radiologia e Diagnostica per Immagini.

E’ garantito a tutti i livelli il rispetto della persona e della dignità personale e la massima riservatezza nella gestione delle informazioni rilevate sia durante l’erogazione di prestazioni ambulatoriali sia durante il decorso della degenza.
 

La Casa di Cura, in linea con gli obiettivi regionali e strategici aziendali, ha adottato un Piano di Qualità e Sicurezza del paziente, finalizzato a garantire il miglioramento continuo della qualità e della sicurezza del paziente stesso.

Ci si prefigge di gestire il rischio clinico attraverso strumenti e metodi che permettano di identificare, mappare, analizzare, quantificare, comunicare e correggere i rischi associati a qualsiasi attività o processo sanitario/assistenziale, in modo da rendere l’organizzazione capace di minimizzare gli eventi avversi e massimizzare la qualità globale.

E’ una funzione trasversale, complessa, coinvolgente diverse funzioni aziendali, ma soprattutto è una funzione permanente, per la necessità di continuare e perseverare nell’azione di miglioramento.Gli obiettivi del Piano si integrano con il Piano di Formazione, condividendo i medesimi fondamenti che sono mirati allo sviluppo di una cultura orientata alla prevenzione del rischio clinico.

Per tutto questo è necessario tener conto di:

• Requisiti di Accreditamento istituzionali;
• Standard Joint Commission;
• Obiettivi internazionali sulla sicurezza del paziente;
• Obietti di performance e valutazioni;
• Esiti di controlli istituzionali;
• Esiti di audit interni e autovalutazioni;
• Servizio di Prevenzione e Protezione e Servizio Tecnico per tutto il rischio in area tecnico-strutturale;
• URP e dati di Customer Satisfaction;
• Contenziosi nei confronti dell’Azienda;
• Riferimenti normativi da cui traggono origine eventuali specifici orientamenti e Linee-guida;
• Medicina Legale.

Standard di qualità delle prestazioni diagnostiche:

Anche queste sono soggette ai medesimi procedimenti di verifica periodica e miglioramento continuo prima richiamati.